Discussione:
Migrare da ms exchange 2007 a Postfix su Debian un account alla volta
(troppo vecchio per rispondere)
Void
2008-06-24 12:36:37 UTC
Permalink
Ciao a tutti,


qualcuno ha fatto o è in procinto di fare un'operazione di questo genere?

Non devo fare esattamente questo (non ora), ma vorrei valutare la
possibilità di spostare (la gestione di) qualche account da un mail server
con ms exchange 2007 ad uno con Debian+Postfix.

Non conoscendo ms exchange, ho cercato un po' in rete e una soluzione che
potrebbe essere applicabile potrebbe essere quella di creare un connector
per l'utente che devo spostare (cominciamo con uno) verso Postfix.

L'idea è che per le mail in arrivo, queste vadano sul server per cui è
impostato il record MX di ad es. zzz.it (exchange) e vengano
automaticamente redirette al server con Postfix su cui creerò il dominio
virtuale zzz.it. L'utente (***@zzz.it) farà riferimento solo al server
Postfix, dunque vi accederà via pop/imap per leggere la posta e via smtp
per spedire la mail (direttamente, senza passare per exchange).

Potrebbe funzionare? Posso impostare come address space un singolo indirizzo
di posta? Anche se questa parte del lavoro è più relativa ad exchange, mi
dareste qualche dritta? Controindicazioni?


Ciao e grazie,
Void :-)
Romolo (was: Remolo)
2008-06-25 14:48:39 UTC
Permalink
Post by Void
Potrebbe funzionare?
No.

Guarda che postfix *non* gestisce in alcun modo account di posta.
Postix e' un SMTP Agent (chiamalo come vuoi, MTA, mail relay...), e
l'unica cosa che fa e' smazzare messaggi.

Per gestire gli account della posta aziendale, devi usare un server IMAP
(magari con LDAP, magari senza, magari questo o l'altro...)

Ovvero, tu non migri gli utenti su postfix (che e' una cosa che non ha
senso dire), ma li migri su un server IMAP (che sara' quel che ti pare).
--
echo onailimissaM | awk 'BEGIN { FS = "" }
{ for (i = NF; i >= 1; i-- )
printf $i }'; echo
Void
2008-06-25 15:15:17 UTC
Permalink
Post by Romolo (was: Remolo)
Ovvero, tu non migri gli utenti su postfix (che e' una cosa che non ha
senso dire), ma li migri su un server IMAP (che sara' quel che ti pare).
Scusa, sono stato impreciso/inesatto: vorrei valutare la possibilità di
migrare il mail/groupware server da quello attuale ad una soluzione aperta
basata sul SO Debian. Per quanto riguarda la posta pensavo di utilizzare
Postfix+Dovecot, installati secondo il tutorial
http://workaround.org/articles/ispmail-etch/ (e già funzionante per altri
domini virtuali).

L'idea al momento sarebbe quella di avere un utente di prova creato sul
server su cui è installato exchange con relativo indirizzo email, diciamo
ad es. ***@az.it.

Da questo punto di partenza creerei un dominio virtuale "az.it" e un account
di posta "***@az.it" sulla macchina Debian.

Ora vorrei che una mail ad es. da ***@az.it o da ***@fu.it a
***@az.it, trovando l'mx record di az.it impostato con l'ip del mail
server su cui c'è exchange (2007) non venisse gestita dallo stesso, ma
venisse "passata" al mail server debian.

L'utente di ***@az.it imposterebbe come server pop/imap/smtp la macchina
Debian e ne utilizzerebbe direttamente l'SMTP per la spedizione della
posta, ovvero senza passare più dalla macchina con exchange.

E` possibile?


Ciao,
Void, che spera di essersi spiegato un po' meglio... :-)
Romolo (was: Remolo)
2008-06-25 20:38:31 UTC
Permalink
Post by Void
Post by Romolo (was: Remolo)
Ovvero, tu non migri gli utenti su postfix (che e' una cosa che non ha
senso dire), ma li migri su un server IMAP (che sara' quel che ti pare).
Scusa, sono stato impreciso/inesatto: vorrei valutare la possibilità di
migrare il mail/groupware server da quello attuale ad una soluzione
aperta basata sul SO Debian. Per quanto riguarda la posta pensavo di
utilizzare Postfix+Dovecot, installati secondo il tutorial
http://workaround.org/articles/ispmail-etch/ (e già funzionante per
altri domini virtuali).
ok. Adesso ci siamo :)
Credo
Post by Void
L'idea al momento sarebbe quella di avere un utente di prova creato sul
server su cui è installato exchange con relativo indirizzo email,
Da questo punto di partenza creerei un dominio virtuale "az.it" e un
server su cui c'è exchange (2007) non venisse gestita dallo stesso, ma
venisse "passata" al mail server debian.
macchina Debian e ne utilizzerebbe direttamente l'SMTP per la spedizione
della posta, ovvero senza passare più dalla macchina con exchange.
E` possibile?
mmmh .... fammi pensare .... allora ... una soluzione e' quella di usare
il file: /etc/postfix/transport

La direttiva da usare e':
***@domain transport:nexthop

il file va abilitato in main.cf:
transport_maps = hash:/etc/postfix/transport
transport_database = hash:/etc/postfix/transport

e' infine va compilato come DB con postmap
--
echo onailimissaM | awk 'BEGIN { FS = "" }
{ for (i = NF; i >= 1; i-- )
printf $i }'; echo
Void
2008-06-26 08:25:11 UTC
Permalink
Post by Romolo (was: Remolo)
mmmh .... fammi pensare .... allora ... una soluzione e' quella di usare
il file: /etc/postfix/transport
Hmmm, questo per la spedizione delle mail da parte di ***@az.it?
D'accordo, ma potrei anche spedirle direttamente dalla macchina Debian.


Ciao,
Void :-)
Romolo (was: Remolo)
2008-06-26 09:21:02 UTC
Permalink
Post by Void
Post by Romolo (was: Remolo)
mmmh .... fammi pensare .... allora ... una soluzione e' quella di
usare il file: /etc/postfix/transport
D'accordo, ma potrei anche spedirle direttamente dalla macchina Debian.
ehi sveglia un po' .... e' uguale. In quel caso: smtp = localhost

Devi dire se i client sono configurati per usare MAPI (immagino che sia
cosi') o se usano IMAP/SMTP.
Se usi MAPI non userai SMTP, perche' con il server MAPI fai anche l'invio.

Ti posso dare un consiglio spassionato?

Non hai capito un'acca, quindi ti sconsiglio di fare qualsiasi
migrazione, se non dopo esserti documentato bene.

Se vai su un client MS Outlook vedi subito se sta usando MAPI o qualche
altro protocollo.
--
echo onailimissaM | awk 'BEGIN { FS = "" }
{ for (i = NF; i >= 1; i-- )
printf $i }'; echo
Void
2008-06-26 09:48:16 UTC
Permalink
Post by Romolo (was: Remolo)
ehi sveglia un po' .... e' uguale. In quel caso: smtp = localhost
Un po' di educazione non guasterebbe. Comunque questo come risolverebbe il
mio problema? Scusa, ma non l'ho davvero capito.
Post by Romolo (was: Remolo)
Devi dire se i client sono configurati per usare MAPI (immagino che sia
cosi') o se usano IMAP/SMTP.
L'ho detto: IMAP/SMTP.
Post by Romolo (was: Remolo)
Non hai capito un'acca, quindi ti sconsiglio di fare qualsiasi
migrazione, se non dopo esserti documentato bene.
Infatti, lo sto facendo.


Ciao,
Void :-/
gt
2008-06-26 10:12:01 UTC
Permalink
Post by Void
Infatti, lo sto facendo.
da ignorante di exchange, mi sembra che questo faccia al caso tuo:
http://technet.microsoft.com/en-us/library/bb676395(EXCHG.80).aspx

in sostanza tutti i messaggi diretti a destinatari non risolti nel dominio
az.it verranno inoltrati a postfix.
Void
2008-06-26 10:21:48 UTC
Permalink
Post by gt
http://technet.microsoft.com/en-us/library/bb676395(EXCHG.80).aspx
Molto interessante, studierò e proverò.


Ciao e grazie,
Void :-)
Romolo (was: Remolo)
2008-06-26 10:50:37 UTC
Permalink
Post by Void
Post by gt
http://technet.microsoft.com/en-us/library/bb676395(EXCHG.80).aspx
Molto interessante, studierò e proverò.
Ciao e grazie,
Void :-)
sii chiaro. Adesso credo di aver capito.
Tu non vuoi fare una migrazione. Tu vuoi spostare un utente, il tuo
utente, dal server exchange alla tua workstation linux.

altrimenti non ha senso parlare di tenere l'SMTP su exchange. Perche' se
fai una migrazione prima o poi dovrai eliminarlo.
--
echo onailimissaM | awk 'BEGIN { FS = "" }
{ for (i = NF; i >= 1; i-- )
printf $i }'; echo
Void
2008-06-26 11:27:45 UTC
Permalink
Post by Romolo (was: Remolo)
Tu non vuoi fare una migrazione. Tu vuoi spostare un utente, il tuo
utente, dal server exchange alla tua workstation linux.
Questo per iniziare, come esperimento, come credo di aver detto fin dal
primo post...


Ciao,
Void
Romolo (was: Remolo)
2008-06-26 10:12:54 UTC
Permalink
Post by Void
Post by Romolo (was: Remolo)
ehi sveglia un po' .... e' uguale. In quel caso: smtp = localhost
Un po' di educazione non guasterebbe. Comunque questo come risolverebbe
il mio problema? Scusa, ma non l'ho davvero capito.
se le spedisci dalla macchina debian, usando smtp=localhost, postfix
inviera' *tutte* le mail al server exchange, *tranne* quelle che
risulteranno nella rule che inserisci in /etc/postfix/transport

Claro?
Post by Void
Post by Romolo (was: Remolo)
Devi dire se i client sono configurati per usare MAPI (immagino che sia
cosi') o se usano IMAP/SMTP.
L'ho detto: IMAP/SMTP.
Allora puoi farlo.... diventa semplice se elimini l'SMTP di exchange
server.
Spero' che tu abbia sul DNS dei puntatori del tipo: smtp.pippo.it e
imap.pippo.it

In questo caso, cambi l'indirizzo IP assegnato a smtp.pippo.it per far
puntare tutte le macchine su postfix.


p.s.: poi ci sarebbe un'altra questione, che forse e' sempre OT qui: la
migrazione delle singole mail degli utenti. Exchange le memorizza con il
suo formato (che IMHO potrebbe essere anche in DB access o qualcosa del
genere). Hai trovato info riguardo a esportazione e importazione?
--
echo onailimissaM | awk 'BEGIN { FS = "" }
{ for (i = NF; i >= 1; i-- )
printf $i }'; echo
Romolo (was: Remolo)
2008-06-26 10:59:31 UTC
Permalink
Post by Romolo (was: Remolo)
se le spedisci dalla macchina debian, usando smtp=localhost, postfix
inviera' *tutte* le mail al server exchange, *tranne* quelle che
risulteranno nella rule che inserisci in /etc/postfix/transport
per finire.

se scrivi in transport una cosa del genere:

***@az.it :

Vuol dire che il transport diventa "local", e quindi la mail sara'
consegnata localmente.
--
echo onailimissaM | awk 'BEGIN { FS = "" }
{ for (i = NF; i >= 1; i-- )
printf $i }'; echo
Void
2008-06-26 11:24:51 UTC
Permalink
Post by Romolo (was: Remolo)
se le spedisci dalla macchina debian, usando smtp=localhost, postfix
inviera' *tutte* le mail al server exchange, *tranne* quelle che
risulteranno nella rule che inserisci in /etc/postfix/transport
Devo meditarci ancora un po'...
Post by Romolo (was: Remolo)
p.s.: poi ci sarebbe un'altra questione, che forse e' sempre OT qui: la
migrazione delle singole mail degli utenti. Exchange le memorizza con il
suo formato (che IMHO potrebbe essere anche in DB access o qualcosa del
genere). Hai trovato info riguardo a esportazione e importazione?
Sì, qualcosa su:
http://www.sun.com/servers/entry/v60x/docs/whitepaper.migrating.pdf


Ciao e grazie,
Void
Romolo (was: Remolo)
2008-06-26 11:58:22 UTC
Permalink
Post by Void
http://www.sun.com/servers/entry/v60x/docs/whitepaper.migrating.pdf
Bene.
non si sa mai potesse servire me lo sono scaricato anch'io.

Interessante quando dice (IMHO la verita') qui:
Maintaining a Microsoft Exchange e-mail server can be one of the more
costly propositions that an IT department can face.

Ed e' ancora piu' interessante, che quel documento non ti forza ad andare
su sistemi proprietari di Sun (esempio: JES), ma ti suggerisce tutte le
alternative opensource. Mostra tutte le sccelte: squirrel, imp, horde...
e ovviamente i prodotti Sun.
E comunque questa e' una conseguenza della filosofia di Sun: software is
just an excuse to sell hardware.

Fra l'altro io non capisco perche' da te hanno installato Exchange server
per poi usarlo con IMAP. Funziona la rubrica condivisa con IMAP su
Exchange Server? Io, posso sbagliare, ma direi di no.... e comunque
questa cosa in Linux la farai con LDAP.

p.s.: gia' che ci sei, configurati IMAPS (piuttosto o oltre che IMAP). In
questo modo potrai accedere alle mail in modo sicuro anche al di fuori
dell'azienda, senza essere costretto a dover usare vpn o webmail https.

p.p.s.s.: in quel documento non vedo come poter effettuare la migrazione
delle singole caselle. Se tu lo vedi fammi un fischio (con il numero di
pagina).
--
echo onailimissaM | awk 'BEGIN { FS = "" }
{ for (i = NF; i >= 1; i-- )
printf $i }'; echo
Void
2008-06-26 15:20:23 UTC
Permalink
Post by Romolo (was: Remolo)
Fra l'altro io non capisco perche' da te hanno installato Exchange server
per poi usarlo con IMAP. Funziona la rubrica condivisa con IMAP su
Exchange Server? Io, posso sbagliare, ma direi di no.... e comunque
questa cosa in Linux la farai con LDAP.
Hai ragione, in realtà la maggior parte degli utenti usa mapi, ma sono
attivi anche SMTP, POP3 e IMAP.
Post by Romolo (was: Remolo)
p.s.: gia' che ci sei, configurati IMAPS (piuttosto o oltre che IMAP). In
questo modo potrai accedere alle mail in modo sicuro anche al di fuori
dell'azienda, senza essere costretto a dover usare vpn o webmail https.
Sì, è già tutto e solo su TLS, grazie.
Post by Romolo (was: Remolo)
p.p.s.s.: in quel documento non vedo come poter effettuare la migrazione
delle singole caselle. Se tu lo vedi fammi un fischio (con il numero di
pagina).
Pag. 25, punto 7.c: utilizzare un'utilità imap2imap come imapxfer per
accedere alle mailbox di exchange e copiarle sulla nuova piattaforma.


Ciao,
Void :-)
Romolo (was: Remolo)
2008-06-26 21:06:14 UTC
Permalink
Post by Void
Post by Romolo (was: Remolo)
p.p.s.s.: in quel documento non vedo come poter effettuare la
migrazione delle singole caselle. Se tu lo vedi fammi un fischio (con
il numero di pagina).
Pag. 25, punto 7.c: utilizzare un'utilità imap2imap come imapxfer per
accedere alle mailbox di exchange e copiarle sulla nuova piattaforma.
ah che stupido. Giusto. La migrazione si fa imap-2-imap senza esportare
alcun database.
In pratica puoi anche usare fetchmail... cercando di capire come fare con
tutte le cartelline degli utenti.
--
echo onailimissaM | awk 'BEGIN { FS = "" }
{ for (i = NF; i >= 1; i-- )
printf $i }'; echo
LC
2008-06-25 20:40:23 UTC
Permalink
Post by Void
Post by Romolo (was: Remolo)
Ovvero, tu non migri gli utenti su postfix (che e' una cosa che non ha
senso dire), ma li migri su un server IMAP (che sara' quel che ti pare).
Scusa, sono stato impreciso/inesatto: vorrei valutare la possibilità di
migrare il mail/groupware server da quello attuale ad una soluzione aperta
basata sul SO Debian. Per quanto riguarda la posta pensavo di utilizzare
Postfix+Dovecot, installati secondo il tutorial
http://workaround.org/articles/ispmail-etch/ (e già funzionante per altri
domini virtuali).
L'idea al momento sarebbe quella di avere un utente di prova creato sul
server su cui è installato exchange con relativo indirizzo email, diciamo
Da questo punto di partenza creerei un dominio virtuale "az.it" e un account
server su cui c'è exchange (2007) non venisse gestita dallo stesso, ma
venisse "passata" al mail server debian.
Debian e ne utilizzerebbe direttamente l'SMTP per la spedizione della
posta, ovvero senza passare più dalla macchina con exchange.
E` possibile?
Ciao,
Void, che spera di essersi spiegato un po' meglio... :-)
Non funzionerà perchè nel tuo Exchange hai definito il dominio @az.it
come interno. E quindi il signore, trovando ***@az.it come suo utente,
girerà la mail alla mailbox dell'utente (se exchange è il tuo MX
primario, a quanto mi pare di capire).
Con Exchange 2003 potevi fare una soluzione basandosi su un flag nella
definizione dei domini. Su 2007 *credo* si possa fare ma ancora ho pochi
riferimenti e prove con questo bestio per dirtelo.
Potresti però fare qualcosa del genere: su postfix crei (oltre a @az.it)
il dominio @dummy.az.it e configuri Exchange in modo tale che le mail
dirette a ***@az.it vengano inoltrate a ***@dummy.az.it (of course
devi giocare bene con i record MX ma si può fare - l'ho fatto diverse
volte per migrare a Exchange da altri sistemi).
La redirezione la puoi fare a livello di singolo utente oppure potresti
provare con le transport rules.

In questo modo gli utenti su 2007 continuano a vedere prova come se
fosse un loro collega, ma quando inviano una mail a questo tizio (anche
pescandolo dalla GAL), la mail va a rifinire diretta all'alias
***@dummy.az.it

Of course poi il client di posta dell'utente lo configurerai per inviare
con l'account ***@az.it

P.S.1
Tanto per capirsi, Exchange è diverso da dovecot+postfix.. Se ti serve
solo la mail, butta via Exchange e vai di dovecot+postfix (anche se io
voto per Exim). Se ti serve uno strumento un pochino più integrato,
allora forse ti merita Exchange


P.S.2
Quando ho visto Exchange per la prima volta aveva ancora numeri moooolto
bassi (parecchio vicino ad una potenza del 2)

P.S.3
Si, lavoro per il "nemico" :-)

Luca
Romolo (was: Remolo)
2008-06-25 20:58:19 UTC
Permalink
Post by LC
Post by Void
Post by Romolo (was: Remolo)
Ovvero, tu non migri gli utenti su postfix (che e' una cosa che non ha
senso dire), ma li migri su un server IMAP (che sara' quel che ti pare).
Scusa, sono stato impreciso/inesatto: vorrei valutare la possibilità di
migrare il mail/groupware server da quello attuale ad una soluzione
aperta basata sul SO Debian. Per quanto riguarda la posta pensavo di
utilizzare Postfix+Dovecot, installati secondo il tutorial
http://workaround.org/articles/ispmail-etch/ (e già funzionante per
altri domini virtuali).
L'idea al momento sarebbe quella di avere un utente di prova creato sul
server su cui è installato exchange con relativo indirizzo email,
Da questo punto di partenza creerei un dominio virtuale "az.it" e un
server su cui c'è exchange (2007) non venisse gestita dallo stesso, ma
venisse "passata" al mail server debian.
macchina Debian e ne utilizzerebbe direttamente l'SMTP per la
spedizione della posta, ovvero senza passare più dalla macchina con
exchange.
E` possibile?
Ciao,
Void, che spera di essersi spiegato un po' meglio... :-)
girerà la mail alla mailbox dell'utente (se exchange è il tuo MX
primario, a quanto mi pare di capire).
Chiaramente, per fare una cosa del genere, l'smtp di exchange non deve
piu' essere MX record, e le mail deve smazzarle tutte postfix.
--
echo onailimissaM | awk 'BEGIN { FS = "" }
{ for (i = NF; i >= 1; i-- )
printf $i }'; echo
LC
2008-06-25 21:06:57 UTC
Permalink
Post by Romolo (was: Remolo)
Post by LC
Post by Void
Post by Romolo (was: Remolo)
Ovvero, tu non migri gli utenti su postfix (che e' una cosa che non ha
senso dire), ma li migri su un server IMAP (che sara' quel che ti pare).
Scusa, sono stato impreciso/inesatto: vorrei valutare la possibilità di
migrare il mail/groupware server da quello attuale ad una soluzione
aperta basata sul SO Debian. Per quanto riguarda la posta pensavo di
utilizzare Postfix+Dovecot, installati secondo il tutorial
http://workaround.org/articles/ispmail-etch/ (e già funzionante per
altri domini virtuali).
L'idea al momento sarebbe quella di avere un utente di prova creato sul
server su cui è installato exchange con relativo indirizzo email,
Da questo punto di partenza creerei un dominio virtuale "az.it" e un
server su cui c'è exchange (2007) non venisse gestita dallo stesso, ma
venisse "passata" al mail server debian.
macchina Debian e ne utilizzerebbe direttamente l'SMTP per la
spedizione della posta, ovvero senza passare più dalla macchina con
exchange.
E` possibile?
Ciao,
Void, che spera di essersi spiegato un po' meglio... :-)
girerà la mail alla mailbox dell'utente (se exchange è il tuo MX
primario, a quanto mi pare di capire).
Chiaramente, per fare una cosa del genere, l'smtp di exchange non deve
piu' essere MX record, e le mail deve smazzarle tutte postfix.
Se anche fosse così, ovvero postfix smista la posta, il problema sarebbe
per gli utenti che sono ancora su Exchange.
Quando una di queste persone manda una mail dal proprio Outlook ad un
utente definito solo su postfix/dovecto, la mail tornerà indietro perchè
Exchange, che si crede "autoritativo" per la zona az.it, non trovando la
mailbox tra le proprie risponderà con un bel NDR.

A mio avviso, comunque la si giri, durante la fase di coesistenza è
necessario far qualcosa su Exchange in modo che lui inoltri a postfix
gli indirizzi spostati.

Luca
Romolo (was: Remolo)
2008-06-25 21:18:17 UTC
Permalink
Post by LC
A mio avviso, comunque la si giri, durante la fase di coesistenza è
necessario far qualcosa su Exchange in modo che lui inoltri a postfix
gli indirizzi spostati.
Ebbene si. Se usano MAPI, hai perfettamente ragione.... e quindi e' OT in
questo NG.
Se invece dovessero collegarsi a Exchange con IMAP e SMTP, allora il
problema non sussisterebbe.

Sono propenso a credere che usano MAPI, e che quindi deve vedersela in un
altro NG.
--
echo onailimissaM | awk 'BEGIN { FS = "" }
{ for (i = NF; i >= 1; i-- )
printf $i }'; echo
LC
2008-06-25 21:40:32 UTC
Permalink
Post by Romolo (was: Remolo)
Post by LC
A mio avviso, comunque la si giri, durante la fase di coesistenza è
necessario far qualcosa su Exchange in modo che lui inoltri a postfix
gli indirizzi spostati.
Ebbene si. Se usano MAPI, hai perfettamente ragione.... e quindi e' OT in
questo NG.
Se invece dovessero collegarsi a Exchange con IMAP e SMTP, allora il
problema non sussisterebbe.
Sono propenso a credere che usano MAPI, e che quindi deve vedersela in un
altro NG.
Mah, secondo me sussisterebbe lo stesso perchè usando Exchange come SMTP
lui rifiuterebbe (o comunque non consegnerebbe) una mail diretta ad un
utente di un *suo* dominio che però non esiste.
Supponendo che usino SMTP/IMAP, gli utenti dovrebbero smettere di usare
Exchange e puntare a postfix.

Ma credo che il problema sia sempre la fase di convivenza.
Magari adesso Void ci spiega meglio così lo indirizziamo o verso questo
newsgroup oppure verso quello di Exchange

Ciao
Luca
Romolo (was: Remolo)
2008-06-26 08:03:05 UTC
Permalink
Post by LC
Post by Romolo (was: Remolo)
Post by LC
A mio avviso, comunque la si giri, durante la fase di coesistenza è
necessario far qualcosa su Exchange in modo che lui inoltri a postfix
gli indirizzi spostati.
Ebbene si. Se usano MAPI, hai perfettamente ragione.... e quindi e' OT
in questo NG.
Se invece dovessero collegarsi a Exchange con IMAP e SMTP, allora il
problema non sussisterebbe.
Sono propenso a credere che usano MAPI, e che quindi deve vedersela in
un altro NG.
Mah, secondo me sussisterebbe lo stesso perchè usando Exchange come SMTP
lui rifiuterebbe (o comunque non consegnerebbe) una mail diretta ad un
utente di un *suo* dominio che però non esiste. Supponendo che usino
SMTP/IMAP, gli utenti dovrebbero smettere di usare Exchange e puntare a
postfix.
Certo. E' quello che avevo detto io.
L'SMTP di Exchange devono dimenticarsi che esiste, e devono collegarsi a
Exchange con IMAP.

Void, come si collegano i client di posta?
--
echo onailimissaM | awk 'BEGIN { FS = "" }
{ for (i = NF; i >= 1; i-- )
printf $i }'; echo
Void
2008-06-26 08:52:14 UTC
Permalink
Post by Romolo (was: Remolo)
L'SMTP di Exchange devono dimenticarsi che esiste, e devono collegarsi a
Exchange con IMAP.
Ma SMTP non serve per spedire e IMAP per ricevere (=leggere) la mail?


Ciao,
Void :-?
Romolo (was: Remolo)
2008-06-26 09:16:18 UTC
Permalink
Post by Void
Post by Romolo (was: Remolo)
L'SMTP di Exchange devono dimenticarsi che esiste, e devono collegarsi
a Exchange con IMAP.
Ma SMTP non serve per spedire e IMAP per ricevere (=leggere) la mail?
Se usi MAPI non imposti SMTP sui client.
Il server MAPI (Exchange Server) fa invio e ricezione.
Tuttavia Exchange Server e' compatibile anche con i protocolli imap/pop/
smtp.
--
echo onailimissaM | awk 'BEGIN { FS = "" }
{ for (i = NF; i >= 1; i-- )
printf $i }'; echo
Void
2008-06-26 08:49:36 UTC
Permalink
Post by LC
Supponendo che usino SMTP/IMAP, gli utenti dovrebbero smettere di usare
Exchange e puntare a postfix.
Ma credo che il problema sia sempre la fase di convivenza.
Infatti. Usando SMTP/POP o IMAP, in una fase di convivenza, vorrei spostare
un utente da Exchange a Dovecot+Postfix. Se aggiungessi il server Debian
come MX secondario sul DNS e togliessi l'utente da Exchange, dopo averlo
creato sulla macchina Debian, si può fare in modo che Exchange, di fronte
ad una mail in arrivo per ***@az.it, verificato che non è un utente sotto
il proprio controllo, lascia passare la mail verso il server Debian?


Ciao e grazie,
Void :-)
Void
2008-06-26 08:39:35 UTC
Permalink
Post by Romolo (was: Remolo)
Chiaramente, per fare una cosa del genere, l'smtp di exchange non deve
piu' essere MX record, e le mail deve smazzarle tutte postfix.
Questo al momento non è purtroppo possibile. Comunque in effetti è quanto
avevo letto in un migration howto e renderebbe le cose più semplici...


Ciao e grazie,
Void
Void
2008-06-26 08:37:52 UTC
Permalink
Post by LC
girerà la mail alla mailbox dell'utente (se exchange è il tuo MX
primario, a quanto mi pare di capire).
In effetti... E se eliminassi l'utente dal server Exchange e lo lasciassi
solo sul server Debian, mettendo quest'ultimo come MX secondario sul DNS?
Post by LC
Con Exchange 2003 potevi fare una soluzione basandosi su un flag nella
definizione dei domini. Su 2007 *credo* si possa fare ma ancora ho pochi
riferimenti e prove con questo bestio per dirtelo.
Se scopri qualcosa, fai sapere, miraccomando! :-)
Post by LC
devi giocare bene con i record MX ma si può fare - l'ho fatto diverse
volte per migrare a Exchange da altri sistemi).
Scusa, ma non ho capito bene: d'accordo, creo il nuovo dominio, e poi?
Post by LC
La redirezione la puoi fare a livello di singolo utente oppure potresti
provare con le transport rules.
Sì, vorrei farla a livello di singolo utente.
Post by LC
Of course poi il client di posta dell'utente lo configurerai per inviare
Quindi usando l'SMTP di Exchange? Per l'esperimento vorrei utilizzare invece
Postfix...


Ciao e grazie,
Void :-)
roberto
2008-06-26 10:37:35 UTC
Permalink
Void wrote:
-cut-
Post by Void
In effetti... E se eliminassi l'utente dal server Exchange e lo lasciassi
solo sul server Debian, mettendo quest'ultimo come MX secondario sul DNS?
Non funzionera'.
L'MX secondario non entra in gioco quando non trova l'user, entra in
gioco quando non trova il SERVER indicato come primario.
--
|Save our planet!
Ciao |Save wildlife!
roberto |For your E-MAIL use ONLY recycled Bytes !!
|roberto poggi ***@softhome.net
Void
2008-06-26 11:30:19 UTC
Permalink
Post by roberto
L'MX secondario non entra in gioco quando non trova l'user, entra in
gioco quando non trova il SERVER indicato come primario.
Giusto, ho detto una cavolata.


Ciao e grazie,
Void :-)
roberto
2008-06-26 13:21:07 UTC
Permalink
Post by Void
Post by roberto
L'MX secondario non entra in gioco quando non trova l'user, entra in
gioco quando non trova il SERVER indicato come primario.
Giusto, ho detto una cavolata.
Oh, be', con questo caldo, ...
E' che io le dico anche in inverno. :-(
--
|Save our planet!
Ciao |Save wildlife!
roberto |For your E-MAIL use ONLY recycled Bytes !!
|roberto poggi ***@softhome.net
Continua a leggere su narkive:
Loading...